Follow:
KIDS

KIDS ROOM FLUO

Il trasloco è praticamente finito, gran parte dei mobili sono al loro posto (tranne le sedie della sala che prima o poi mi deciderò a comprare), insomma bisogna passare alla personalizzazione e alla decorazione.  Se per la zona giorno, lo studio e la nostra camera ho già le idee abbastanza chiare, la camera di Gi rimane sempre il punto dolente. Per ora non passa il suo amore per il fucsia, ho provato anche la tattica del “glielo propino fino a nausearla” ma niente, questo colore non potrà mancare. Presa da un momento di shopping compulsivo da Maison du monde, le ho comprato due bellissimo cuscini, ci sono i toni naturali, il fucsia e il giallo ma in versione fluo.

A lei sono piaciuti ed ho deciso di partire da qui per arredare la sua cameretta. Ci vorrà un po’ di tempo per sciogliere tutti i nodi dal pettine, ma poco per volta vi mostrerò il suo nuovo spazio che è praticamente raddoppiato con quasi 20mq a disposizione. Mentre decido cosa fare del suo letto, se passare alla piazza e mezza oppure no, vi lascio con qualche spunto fluo trovato sul mio amato pinterest. Stay tunned!

1   –   2   –   3   –   4   –   5   –   6   –   7   –   8   –   9
Share:
Previous Post Next Post

Potrebbero piacerti anche questi post

5 Comments

  • Reply Lu

    La prima mi piace molto! Un giusto equilibrio tra fluo e grigio! Buona giornata, Luana

    3 settembre 2014 at
    • Reply simona

      La mia preferita è la 8! anche io adoro l'associazione con il grigio ma nella nuova acameretta sarà abbinato con il sabbia

      3 settembre 2014 at
  • Reply Samantha

    anche a me piace il fucsia come a Gi…non so se le passerà ;-). Tra tutte le camerette voto per la 6, la 8 e la 9..adoroooo!!Ciao Simo

    3 settembre 2014 at
    • Reply simona

      Allora sono proprio fregata!!! anche io adoro la 8

      3 settembre 2014 at
  • Reply She loves Fluo colours

    […] settimana scorsa vi ho proposto alcuni esempi di camerette, caratterizzate da elementi di arredo nei colori fluo. Visto che sto sperimentando un po’ di […]

    28 aprile 2015 at
  • Leave a Reply