Follow:
creativi, GUEST POST & INTERVIEW

ILLUSTRAZIONE ALLO ZOO

Mentre inizia la settimana della Milano Design week e mi preparo per la battaglia, lascio la parola a Francesca che, come promesso, ci  porta in un luogo magico e pieno di colori.
Io salgo sullo scooter insieme al gatto destinazione Milano, lei ci porta alla scoperta di Zoo a Bologna. See you later!
IMG_6299

Alla fine della fiera, non è per niente finita. Mostre, incontri, conferenze, laboratori si estendono a macchia d’olio sulla città, invadono musei e circoli, caffè e librerie. E chi se li perde? A
questo punto sarete addicted. Tanto da chiedere un passaggio a inaffidabili gatti in motorino pur di raggiungere la meta.
Per fortuna che a guidarmi da lontano c’è una bolognese DOC. E per fortuna che Francesca Cesari non solo è fotografa dalla sensibilità speciale, con lo sguardo dolce e delicato sulle mamme, ma mi porta anche a zonzo, agli aperitivi e allo Zoo.  Così si chiama questo bel posto in Strada Maggiore, dove si possono fare tante cose ma a questo punto, prima di tutto, mangiare. E si, per fortuna non c’è confronto con quello che si trova in fiera. Qui infatti solo delizie bio, torte con farine speciali, caffè americano da versare abbondantemente dal thermos ed altre delizie.
ZOO-BOLOGNA-1
ZOO-BOLOGNA-3
 Così ci si può finalmente sedere e dare un’occhiata allo spazio ampio e luminoso, pieno di colori e fantasia. Qui infatti si organizzano mostre e incontri, si possono acquistare libri, stampe, cartoline e tanti oggetti per bambini di ogni età. Tutto rigorosamente illustrato. La mostra che occupa tutta la sala centrale in questi giorni è dedicata a Emmanuelle Houdart. Illustratrice francese incredibilmente talentuosa, che crea mondi visionari per piccini ma anche per adulti, con dettagli strambi, acuti e critici, a volte inquietanti ma sempre bellissimi.
ZOO-BOLOGNA-4
ZOO-BOLOGNA-6
Curiosando nella libreria poi trovo almeno un paio di titoli che amo. Come si può resistere all’album da colorare con i disegni di Andy Wharol? E come non essere ammaliati dal misterioso Nocturno di Isol, autrice e illustratrice argentina che ho avuto il piacere di ascoltare l’anno scorso in fiera? Nocturno si guarda e si legge di giorno col sole ed è un bel libro. Ma quando la sera si spegne la luce e si lascia aperto sul comodino, lui si anima e mostra nuovi, onirici disegni che brillano nella notte. Così si ride un po’ e non si ha più paura.

 

ZOO-BOLOGNA-2

Ma come. Ora devo anche seguire un coniglio? E va bene. Cosa ci sarà su per le scale? Una collezione di sgargianti insetti e farfalle. Di carta. Come i quadri in rilievo. E le illustrazioni dal sapore nostalgico e retrò di Katrin Stangl, con il suo libro “Forte come un orso”. Scendo dalla scala e trovo regali e regalini per tutte le età, colorati, originali e frutto del lavoro di gente in gamba, a cui la fantasia non manca e nemmeno il coraggio di usarla. Perché le buone idee sono come le ciliegie, una tira l’altra.

ZOO-BOLOGNA-5
Ma è quasi l’ora di prendere il treno. Arrivederci Zoo e assolata Bologna, è tempo di tornare, ma tornerò presto a trovarti.
Share:
Previous Post Next Post

Potrebbero piacerti anche questi post

No Comments

Leave a Reply