Follow:
LIFESTYLE, Milano design week

CAMERETTE NIDI

Finalmente sono riuscita a pubblicare questo post, dopo aver cercato invano le fotografie che avevo scattato durante la Milano Design Week. Vi scapperà da ridere, ma il mio Mac sembrava aver inghiottito la cartella in cui le avevo messe. Ieri ho deciso di mettere un po’ di ordine e alla fine le ho trovate. Stiamo parlando di design made in Italy e il brand in questione è NIDI, un punto di riferimento per il design e le camere per bambini.

NIDI

NIDI ha presentato, in un bellissimo spazio in Corso Garibaldi, i suoi arredi e la nuova collezione di accessori: sticker, tappeti, carte da parati, tavoli e pouf. 
Una famiglia di mobili e complementi progettata per crescere con i bambini, in cui le loro esigenze evolutive e creative sono al centro del progetto, quindi non una mera riproduzione in scala ridotta di pezzi di design.
NIDI si caratterizza per uno sguardo consapevole al design del prodotto, una ricerca tecnologica e produttiva costanti e una particolare attenzione per la qualità dei materiali utilizzati quali il legno, la ceramica dipinta a mano e i tessuti naturali che permettono di progettare uno spazio dove i bambini prima, e i ragazzi poi, trovino il loro ambiente ideale per crescere proprio come all’interno di un nido.
Letti, armadi, scrittoi, sedute, contenitori, complementi di arredo. Tanti elementi che si combinano in infinite soluzioni grazie ai colori, le finiture, i tessuti e gli accessori.

NIDI 3

NIDI 5

NIDI 2

NIDI 4

NIDI 7

NIDI 6

Protagonisti il gioco, il riposo e lo studio declinati in tante proposte di arredamento che si combinano in infinite soluzioni. Le linee sono pulite e mai banali tra lo stile nordico e francese dei nuovi brand emergenti. Soluzioni versatili che stimolano la socializzazione e la fantasia.

NIDI è un progetto creativo di Battistella, un marchio storico di design, che ha deciso di scommettere su una nuova visione delle tradizionali camerette per bambini.

NIDI 1

 

Share:
Previous Post Next Post

Potrebbero piacerti anche questi post

No Comments

Leave a Reply