Follow:
MY HOUSE

CAMERETTA – NUOVA DISPOSIZIONE

Questa mattina vorrei ritornare a parlare della cameretta di Ginevra e del piccolo restyling fatto prima di Natale. Sicuramente vi ricordate del progetto della parete con i washi tape, ne avevo parlato in questo post. Ora potete trovare il tutorial su CasaFacile per cimentarvi anche voi con gli MTcasa. Come vi dicevo, a dicembre, ho fatto una piccolo restyling che ha riguardato la distribuzione dell’arredo. Tutto è nato dal restyling dello studio (che vi farò vedere presto, lo prometto) quando ho deciso di fare spazio ad un altro mobile per raccogliere i documenti e alcuni oggetti che erano sempre a mezzo.

Ho acquistato un’altra Kallax bianca di Ikea e l’ho sistemata vicino alla porta finestra, al posto della seconda scrivania. Quest’ultima è finita in camera di Ginevra ma, con la prima disposizione della stanza, era sacrificata in un angolo e a Ginevra non piaceva. Anche se avevamo già tolto uno dei tavolini bassi, spostato in salotto per quando vuole disegnare o giocare in nostra compagnia, la disposizione on mi convinceva.

A questo punto ho deciso di fare un restyling e alla fine ho spostato tutti i mobili. Tra l’altro, rileggendo i libri sul feng shui, mi sono ricordata del fatto che nella camere dei bambini non andrebbe sistemato il letto sul muro della porta (come era invece prima).

Come potete vedere dalle piante qui sopra, all’inizio avevo lasciato la stessa sistemazione che aveva la nostra camera da letto, aggiungendo il suo armadio e i suoi giochi. Ma siccome ci ho preso gusto, ho deciso di girare il letto verso la finestra (come nella nostra stanza attuale) e di metterlo in mezzo. Tra l’altro questa stanza è rettangolare e più lunga che profonda e questa nuova sistemazione mi ha permesso di recuperare un bello spaio di fronte al tavolo e all’armadio.

La parete vicino alla porta finestra è rimasta invariata con  le mensoline Ribba di Ikea sulle quali poggiare i suoi libri del momento, la ghirlanda luminosa di Cobo design, la cassetta dipinta e gli stickers origami.

A sinistra della porta, ho messo il tavolino Ikea Lack, il cassettone DIY per i pupazzi e l’armadio. In questo modo ho creato una piccola zona nascosta (dove c’è il termosifone) in cui sistemare le borse che erano sempre a mezzo.

Sul laterale dell’armadio ho messo degli appendini di Tiger per le borse e questo mi permette di non vederle quando entro dalla porta.

Il Kallax è nuovamente in orizzontale nella zona dove c’era l’armadio e la nicchia  è rimasta invariata con i libri e alcuni giochi nella parte inferiore con le ante.

Porprio perché qui ci sono i libri, ho sistemato la scrivania in modo da guardare la finestra e non il muro. Ho creato un piccolo angolo studio. Vicino c’è la vecchia cesta dei travestimenti e i giochi da tavola. Il letto ha la testiera alta che serve come supporto per la scrivania così i portapenne non cadono più.

Il letto a una piazza e mezza è attaccato al muro (tanto lei dorme da sola o con il cane) e oltre che comodo è diventato un gioco atletico insieme alla scrivania. Lascio alla vostra immaginazione.

Per finire, nell’angolo al fondo del letto ho sistemato la sua lavagna Ikea dalla quale non si separa mai.

Potrebbe interessarti anche:

Previous Post Next Post

2 Comments

  • Reply Laura

    Ginevra ha una stanza bellissima! La nuova disposizione è molto interessante e decisamente funzionale. Mi piace tantissimo la decorazione delle pareti: equilibrata e non banale.

    Sono mesi che progetto di ripensare la cameretta dei bambini (oltre che il resto della casa), ma c’e sempre qualcos’altro che mi distrae o è più urgente…
    Come si dice, il ciabattino ha le scarpe rotte? Ho l’”aggravante” di essere architetto 😒

    21 febbraio 2018 at
    • Reply simona

      Grazie Laura! Non crederti ma anche casa mia non è per niente e a posto! 🙂 Sarà che cambio in continuazione… ma ho sempre qualche progetto da fare e sistemare.

      21 febbraio 2018 at

    Leave a Reply