Follow:
Browsing Category:

styling

    INTERIOR & HOME DECOR, MY HOUSE, styling

    CAMBIARE LOOK AL BAGNO CON I WASHI TAPE

     

    La casa dove abitiamo, fortunatamente ha due bagni. Uno grande con vasca e uno piccolo e cieco con la doccia.  Quest’ultimo è stato ricavato da un vecchio ripostiglio in fondo al corridoio e oltre ad essere piccolo e molto buio è proprio brutto. Le piastrelle sono anni novanta (le odio) e la disposizione (anche se l’unica possibile) non è certo ideale visto che il water è proprio di fronte alla porta a soffietto. Considerando che la vista non è delle migliori e che la porta non è quasi mai chiusa (che poi chiusa è forse peggio visto che è in legno scuro… aborro!) sono arrivata alla conclusione che l’unica soluzione possibile è cercare di tenerlo il più ordinato possibile e abbellirlo in qualche modo. Ma come fare?

    Aspettando che il proprietario di casa (ahimè siamo in affitto) ci dia il permesso di dipingere di bianco queste meravigliose piastrelle finto marmorizzato salmone, ho deciso di cambiare look al bagno con i washi tape.
    Read more

    Share:
    home, MY HOUSE, Sponsored post, styling

    SMALLABLE – NOVITA’ NELLO STUDIO

    Ieri vi avevo velocemente anticipato l’argomento di oggi sul blog: i nuovi acquisti per il mio studio. Oltre ai bellissimi oggetti per la cameretta di Ginevra, ho deciso di farmi un piccolo regalo scegliendo alcuni complementi per rendere più personale il mio studio. Come vi dicevo, su Smallable troverete abiti e accessori, ma anche una grandissima selezione di arredi e complementi per grandi e piccini. Cosa ho scelto per coccolarmi?

    untitled-1

    Read more

    Share:
    home, MY HOUSE, Sponsored post, styling

    SMALLABLE E LA CAMERETTA DI GINEVRA

    La stanza di Ginevra è ormai un work in progress dalla primavera scorsa, vi ricordate il cambio di camere che avevo descritto in questo post? Finalmente abbiamo trovato la giusta collocazione dei mobili e da un po’ di mesi ci stiamo occupando (eh sì oramai è un lavoro di squadra vista la sua età) delle decorazioni e dei complementi. Partendo da una base neutra con muri e mobili bianchi e parquet abbiamo deciso di puntare sui colori pastello. Sistemati gli oggetti provenienti dalla precedente camera, ci siamo accorte che i muri erano davvero spogli e che serviva subito qualche oggetto per personalizzare la stanza.

    In nostro aiuto è venuto un bellissimo shop online, Smallable, conosciuto principalmente per la meravigliosa selezione di abiti e accessori da bambini che, da un po’ di tempo, ha deciso di puntare anche sull’home decor.  Non solo camerette, ma oggetti e mobili per tutti gli spazi della casa.

    Potessi mi comprerei tutto quello che hanno in catalogo vista la sintonia stilistica che intercorre, ma devo limitarmi. Per la cameretta di Ginevra ho scelto quattro prodotti che avevo adocchiato da un po’ di tempo. Una stampa e degli stickers di Mimi’Lou, la lightbox di A little lovely company e un vasetto di Blomingville.

    moodboard

    Read more

    Share:
    DIY, MY HOUSE, styling

    UNA BILLY COME TESTIERA DEL LETTO

    Vi ricordate la foto un po’ criptica pubblicata su Instagram qualche giorno fa? Finalmente ho terminato il mobile dietro la nostra testiera del letto. Quando abbiamo invertito le camere, ho deciso di ruotare il letto e sistemarlo in mezzo alla stanza. Questo ha permesso di ridimensionare e rendere più proporzionato lo spazio, vista anche la presenza di un doppio armadio. Ho creato una mini cabina armadio all’ingresso delimitata da quello bianco e dalle librerie Billy di Ikea.

    TESTIERA 2 Read more

    Share:
    MY HOUSE, styling

    LA CAMERA DA LETTO

    Il mese scorso vi avevo promesso che presto avrei postato le foto del restyling della camera di Ginevra. Nel frattempo ho iniziato i lavori, costruito il mobile da posizionare dietro la testiera, spostato l’armadio e ruotato la disposizione dei mobili. Volete sapere una cosa?  Si è innescata l’ennesima discussione d’arredo e design della casa (si perché in casa non sono l’unica matta a cui piace spostare, cambiare e dare nuova vita a mobili e complementi). Dicevo, questo ha generato un lungo discorso che come risultato ha portato ad una piccola rivoluzione.  Ma partiamo dall’inizio…

    Quando ci siamo trasferiti in questa casa volevamo destinare la camera con accesso diretto dal salone a Ginevra. Dopo i primi giorni però cambiammo idea vista la presenza del balcone, troppo piccola per spiegarle che non poteva passarci le giornate intere (inverno compreso) e troppo grande per pensare di ovviare al problema posizionando un blocco ad altezza adulto. Lei che si arrampica agevolmente anche sull’ultimo ripiano dei pensili della cucina. Insomma non ci sentivamo tranquilli e alla fine abbiamo deciso di mettere qui la nostra camera e di lasciare a lei la matrimoniale (enorme peraltro) con la finestra.

    Ho provato a sistemarla in tutti i modi, ho creato un angolo creativo tutto per lei, l’ho decorata a suo piacimento, spostato tutti i mobili (una specie di girotondo) ma niente, lei in quella grande camera non ci voleva stare. Appena poteva sgattaiolava gioco-munita in salotto o nello studio e si dimenticava del suo spazio. Più di una volta ho pensato di fare cambio di camere, solo che non mi entusiasmava l’idea di ritrovarmi con due armadi giganti nella stanza. Ginevra dorme in un letto una piazza e mezza e non avrei potuto soffocare lo spazio con un armadio a quattro ante, in più a PapàGI non convincevano le mie idee progettuali (te pareva…).

    Sapete come è andata a finire? Che una mattina ho dato retta al mio istinto. Ho ruotato e sistemato il letto in centro alla stanza e creato una sorta di cabina armadio nella prima parte della camera. Lo spazio si è ridimensionato e proporzionato e l’idea del secondo armadio è diventata plausibile. Dopo una paio di giorni di studio tattico, papàGI ha iniziato ad apprezzare la disposizione e l’idea di dormire con il letto rivolto verso la finestra.

    Siamo riusciti a trovare un’accordo e a breve invertiremo le due camere! Ginevra è entusiasta ed inizia a portare oggetti, cuscini e giochi nella sua futura camera e lancia richieste tra cui quella di lasciarle il lampadario visto che l’altro non le piace molto. Ci aspettano giorni creativi e stancanti ma sono sicura che ci divertiremo. In compenso vi lascio alcuni scatti veloci di quella che ormai “era” la nostra camera da letto. E’ rimasta in work in progress ma ho deciso comunque di fotografarla visto che credo durerà poco…

    CAMERA 2

    Ringrazio anche la mia amica Sara che ha scritto questo post proprio nei momenti in cui mi interrogavo sul da farsi. Riflettevo anche io sulla voglia dei bimbi di dividere lo spazio con le persone che amano arrivando alla conclusione che dovevo trovare un modo per venire incontro alle sue esigenze di gioco e relazione senza perdere di vista la mia idea per gli ambienti. Ho capito che lei voleva fortemente questa stanza perché è quasi un prolungamento della sala e la fa sentire vicina a noi anche quando decide di isolarsi e giocare per conto suo.

    CAMERA 3

    CAMERA 4

     

     

    Share:
    MY HOUSE, styling

    DECORARE LA CASA PER NATALE

    Decorare la casa per Natale è meraviglioso. Posso dire di aver finalmente terminato con gli addobbi ma non lo affermo con sicurezza perché probabilmente mi verrà in mente qualcosa da aggiungere. Sono compulsiva con queste cose, ma non fateci troppo caso. Purtroppo quest’anno non ho avuto molto tempo, quindi non credo di riuscire a cucire anche i cuscini… ma mai dire mai!

    albero natale 1 Read more

    Share:
    MY HOUSE, styling

    BACHECA CON SUPPORTO BARSÖ – IKEA

    In questo periodo non riesco ad essere costante come vorrei nelle pubblicazioni. Ho un sacco di cose da mostravi, viste al Salone e tanti lavori e lavoretti di casaGI.  Solo che il tempo è tiranno e soprattutto non riesco mai a dedicarmi alle fotografie come vorrei. Ultimamente mi sto dedicando in particolare allo studio.
    Tento di renderlo più vicino al mio stile ma non ci siamo ancora. Non riesco a farmi piacere il colore delle pareti, un grigio/beige/tortora (vai a sapere che colore è alla fine) perché ammazza la luce della stanza. L’unico inconveniente è che si tratta di una tappezzeria dipinta e ho il terrore di ripassarci ancora sopra.
    Per ora quindi lascio i muri come sono e mi dedico alla personalizzazione. Dopo aver cambiato un po’ di stampe e reso l’ambiente più omogeneo, ho deciso di mettere finalmente una bacheca vicino alla scrivania.
    Riuscirò così a mantenere un po’ di ordine vicino al computer? Speriamo. Intanto un po’ di pennarelli, stampini e altri accessori hanno trovato il loro posto. Stessa cosa per le cuffie perennemente per terra.
    Dopo aver valutato per mesi l’opzione rete metallica, ho optato per una versione più sicura (soprattutto per GI) ed ho usato il supporto per piante Barsö dell’Ikea. Che ne dite?
    DSC_0183
    barso 2
    barso 1
    Share: