Follow:
KIDS

SWEET NIGHT – Legnocoloredesign

In questi giorni sembra impossibile riuscire a trovare un po’ di tempo da dedicare al blog. Le giornate passano alla velocità della luce e in più sono alle prese con Gi che ha visto bene di raffreddarsi il giorno in cui doveva iniziare nuovamente l’asilo. Sto anche cercando di completare, una alla volta, le varie stanze e in questi giorni mi sto concentrando proprio sulla camera della piccola di casa.

Mobili e decorazioni ci sono ma devo ancora risolvere la questione luci. La piccola ha ancora paura di dormire sola al buio, quindi stiamo valutando quale punto luce aggiuntivo inserire, un bell’oggetto ma che faccia una luce molto soffusa e delicata. Un alternativa possibile sono queste casette di legno scoperte al Salone del Mobile di cui mi sono subito innamorata. Sweet Night di Legnocoloredesign, pensata per i più piccoli e non solo, regala una luce discreta e non invadente proiettata verso l’alto. Realizzata in legno é dipinta a mano.

Potrebbe interessarti anche:

Previous Post Next Post

10 Comments

  • Reply Alessandra (ArchiCasa)

    una bella idea per la luce dei sogni …mi piacciono molto!!

    4 giugno 2013 at
    • Reply Simona

      Anche secondo me sono stupende!

      4 giugno 2013 at
  • Reply Ars City

    carine,semplici e colorate!

    4 giugno 2013 at
    • Reply Simona

      Adatte a tutti i tipi di cameretta!

      4 giugno 2013 at
  • Reply mami

    Mi piacciono moltissimo!

    4 giugno 2013 at
  • Reply Laura

    Che sfortuna, povera G!
    Le luci sono carinissime! Quando puoi mi mandi il link di cui parlavamo al mammacheblog blog? Grazie! Bacio

    4 giugno 2013 at
    • Reply Simona

      Ciao Laura, domani spero possa iniziare!! Tutto bene Pupa e la panza??
      ti mando via fb i link! baci

      4 giugno 2013 at
  • Reply Valentina Sabrina Palandro

    Sono molto carine queste casine luminose !!!. Buona giornata

    5 giugno 2013 at
    • Reply Simona

      Buona giornata anche a te! 😀

      5 giugno 2013 at

    Leave a Reply